Radio Show Note d’Oriente – Artisti per Caso – 05/06/2013

Note d’Oriente celebra questa settimana il secondo anniversario della nascita del programma. Per festeggiare insieme in questo appuntamento vi parleremo di artisti e musicisti giovani e coraggiosi.

Inizieremo il nostro viaggio andando alla scoperta della scena artistica di due paesi arabi agli antipodi, sia geografici che culturali: il Kuwait e il Marocco.

Per quanto riguarda il primo è interessante notare come la produzione artistica del Kuwait sia in continua crescita, sia per il numero di esposizioni che vengono organizzate, sia per la partecipazione degli artisti alle mostre regionali e internazionali. Tra gli artisti di maggior talento del paese del Golfo conosceremo meglio Muhammad Sharaf e Shurooq Amin.

A proposito del Marocco invece abbiamo scoperto che, nonostante siano sempre più numerose le donne marocchine che investono il proprio tempo nelle nuove forme d’espressione artistica, molte di loro sono ancora alla ricerca di qualcosa di innovativo che le rappresenti. Carenza di circuiti culturali, pregiudizi e instabilità economica non rendono infatti facile la vita di un’artista in Marocco ma, nonostante ciò, molte donne non rinunciano al potere simbolico dell’arte. Tra le artiste più interessanti del paese maghrebino conosceremo meglio Jamila El Haouni, Bouchra Ouizguen e Asmae Khamlichi.

Dal Marocco ci sposteremo nuovamente nel Golfo per incontrare le Random Stars, la prima rock band emiratina tutta al femminile, formata da cinque studentesse dell’High College Technology di Al Ain, negli Emirati. Le ragazze si sono riunite grazie alla loro insegnante di inglese Jackie Small e, prima che la band si formasse, nessuna di loro aveva mai preso in mano uno strumento musicale.  All’inizio le giovani musiciste di Al Ain riadattavano canzoni famose come “Smoke on the Water” o classici degli anni 60. Oggi invece la band si esibisce anche ad eventi artistici organizzati nei college della zona o in cerimonie private.

Nello spazio dedicato ad Editoriaraba, Chiara Comito ci parlerà poi dei libri italiani dedicati alla primavera araba, analizzando l’evoluzione di questa tipologia letteraria dal 2011 fino ad oggi.

Dal mondo arabo ci trasferiremo in Iran per raccontarvi la storia di Ali Bakhtiari, un iraniano che ha trasformato la sua passione per il pop persiano in un libro dedicato alle colonne sonore del recente passato del paese. Il suo “Iran: RPM Volume 1” è uno sguardo nostalgico all’Iran di 35 anni fa, una collezione di cover di vinili di musica persiana che aiuta a raccontare la veloce transizione della società iraniana di quegli anni, bruscamente interrotta dalla rivoluzione. E’ uno sguardo dettagliato ad una parte dell’Iran esistito fino a poco tempo fa ma che oggi è estraneo a milioni di giovani nati dopo il 1979.

Concluderemo la nostra puntata in Libano, più precisamente a Tripoli, città tormentata dal conflitto settario tra i sunniti e gli alawiti. Nonostante questa violenza, un po’ di normalita a Tripoli è rimasta ed ha le sembianze di una giovane 23enne, Heba Rachrach, studentessa di arte grafica ma soprattutto musicista affezionata alla sua chitarra elettrica. E’ stato attraverso il pianoforte però che Heba è diventata, suo malgrado, un’attivista pacifista. Prendendo spunto da una disavventura occorsale, Hiba ha creato e condiviso su youtube “Stop alla violenza a Tripoli”, un cortometraggio che in poco tempo ha avuto un grande successo sia in rete che nei media libanesi. La speranza della giovane è quella di diffondere maggiore consapevolezza circa quella che è la reale situazione a Tripoli e mostrare a tutti i libanesi e a tutto il mondo che ci sono molte altre cacciatrici di pace come lei in Libano. Grazie a Heba Rachrach, da Tripoli arriva una narrativa alternativa che ci ricorda che c’è sempre amore e coraggio anche nei luoghi più disperati.

Playlist della puntata:

Mashrou’ Leila – Habibi

Maryam Saleh – Ya Wad Ya Youyou

Hayajan – Fish Majal

JadaL – Salma

Tania Saleh – Kifou Hal Helou

Radio Tehran – Tamume Chiza

Lena Chamamyan – Hal Asmar el-Lawn

Akher Zapheer – Keef Akoun Sadeeq

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...