Radio Show Note d’Oriente – Controcorrente – 04/12/2013

Questa settimana Note d’Oriente si occupa di iniziative lungimiranti e artisti anticonformisti. Nel consueto spazio di OsservatorioIraq invece si parla dei graffiti egiziani della rivoluzione, divenuti scomodi per il potere.

Partiremo dalla Siria per  parlare di  due progetti coraggiosi. Il primo è “Lens Young Homsi” (Lente di  un giovane di Homs), pagina facebook di un gruppo di ragazzi siriani di vent’anni che, armati di sole macchine fotografiche e di una profonda conoscenza del territorio, ritraggono la vita quotidiana della città di Homs sotto assedio.

L’iniziativa She Wants a Bicycle Now  invece è promossa da studenti universitari della Facoltà di Ingegneria di Damasco. Un po’ per rompere gli schemi ma  anche per offrire un’ alternativa alle troppe auto, questo gruppo di giovani ha deciso di iniziare ad andare in bicicletta per la città esortando gli altri a seguirli.

Parleremo poi del giornalista Abdullah Hamidaddin, il quale ha affrontato la questione tanto dibattuta del velo in maniera del tutto inaspettata, ossia indossando quello di sua  figlia e pubblicando  la foto sul profilo facebook e twitter. La sua intenzione era quella di ricordare che l’hijab è soprattutto un’espressione di potere e che, se le donne avessero il controllo, le cose andrebbero diversamente.

Ci sposteremo poi in Egitto per parlare dei Massar Egbari, un gruppo egiziano che, attraverso i suoi testi, riflette e incarna le speranze e le disillusioni di una gioventù che lotta. Il nome della band significa “direzione obbligatoria” ed è, per i suoi componenti, un chiaro riferimento alla società in cui vivono oggi, “che obbliga le persone a comportarsi, e perfino a vestirsi, allo stesso modo”.

Per la rubrica di OsservatorioIraq rimarremo in Egitto per parlare dei graffiti della rivoluzione divenuti ormai famosi, forse anche troppo, a tal punto che una intensa campagna politica sta cercando di metterli al bando.

Concluderemo il nostro viaggio musicale in Libano per parlare di Yasmine Hamdan e del suo ulltimo  album “Ya Nass”  che lei stessa definisce intimo, sperimentale e variegato.

 

Playlist della puntata

Hindi Zahra – Fascination

Akher Zapheer – Akherto Lahen Hazeen

Emel Mathlouthi – Dima Dima

Cairokee – Helmi Ana

Massar Egbari – Mafeesh Haga

Mashrou’ Leila – Taxi

Yasmine Hamdan – Beirut

Alaa Wardi – Aicha (Cheb Khaled cover)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...